Interventi per le famiglie

Data:
12 Novembre 2018
Immagine non trovata

Avvalendosi delle leggi di settore, il Comune garantisce una serie di interventi ed agevolazioni in favore delle famiglie che necessitano di un sostegno temporaneo per affrontare la nascita di un figlio o per superare una condizione di disagio sociale ed economico, dovuta ad un elevato canone d’affitto, alla perdita temporanea del lavoro, al rimpatrio della famiglia dall’estero, all’immigrazione da paesi di culture diverse, o alla presenza in famiglia di un soggetto affetto da disturbi mentali.
 


BONUS SOCIALI: Acqua, Energia Elettrica e Gas

Come previsto dal D.L. n. 124/2019, convertito da Legge n. 157 del 19/12/2019, dal 01 gennaio 2021 lo sconto sulle bollette di acqua, luce e gas è stato reso automatico.

Il bonus è rivolto alle famiglie sulla base del disagio economico con una soglia ISEE fino a € 8.265,00 e, con almeno 4 figli a carico, con ISEE fino a € 20.000,00.

Le famiglie interessate potranno fruire del beneficio richiedendo l'ISEE 2021 ai soggetti abilitati (sindacati, caf, commercialisti, ecc.).

 


ASSEGNO DI MATERNITA' 
L'assegno di maternità spetta - per ogni figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo - alle donne che non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità o che beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto a quello dell'assegno (in tal caso l'assegno spetta per la quota differenziale).

Presentazione delle domande
La domanda per accedere al contributo deve essere presentata all’ufficio Servizi Sociali entro sei mesi (termine perentorio) dalla nascita del bambino o dalla data di ingresso del minore in famiglia nel caso di adozione o affidamento preadottivo.

AVVISO ASSEGNO DI MATERNITA' ANNO 2021

 

Riferimenti normativi
- Legge 23/12/1998, n. 448
- Decreto Ministeriale 15/07/1999, n. 306
- Decreto Legislativo n. 151/2001
- DPCM n. 159/2013

 


CONTRIBUTI PER CANONE DI LOCAZIONE
I nuclei familiari in condizioni di disagio economico, che dimorano in abitazioni in affitto e non possiedono beni immobiliari, possono accedere ai contributi previsti dalla legge  n. 431/1998 per sostenere le spese derivanti dal contratto di locazione.

Presentazione delle domande
I cittadini interessati possono rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali del Comune, presso il quale sono disponibili i moduli per la presentazione delle richieste e gli operatori del servizio per ogni informazione necessaria.

BANDO 2021

Riferimenti normativi
- Legge 9/12/1998, n. 431
 


SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA
In attuazione della Legge Regionale n. 30/1998, "Interventi a favore della famiglia", la Regione assegna finanziamenti agli Ambiti Territoriali Spciali per il sostegno a nuclei familiari. Il bando recante le condizioni per l'accesso ai contributi è pubblicato annualmente sulla base delle disposizioni della Regione/ATS.
I cittadini residenti nel Comune di Mondolfo possono presentare domanda di ammissione ai contributi rivolgendosi all'Ufficio Servizi Sociali del Comune.

Riferimenti normativi
- Legge Regionale 10/08/1998, n. 30

 


SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE CON TRE FIGLI MINORI
L’assegno per il nucleo familiare è un contributo concesso dal Comune di Mondolfo ed erogato dall’INPS a favore dei nuclei familiari residenti, con almeno tre figli minori, anche adottivi.

Presentazione delle domande
La domanda per ottenere tale beneficio, per l’anno 2021, deve essere presentata, a pena di decadenza, entro e non oltre  il 31 gennaio 2022.

AVVISO 2021


Riferimenti normativi
- Legge 23/12/1998, n. 448
- Decreto Ministeriale 15/07/1999, n. 306
- Decreto Ministeriale 21/12/2000, n. 452
 


SOSTEGNO ALLE PERSONE AFFETTE DA DISTURBI MENTALI
Il progetto definito “Servizi di sollievo” prevede interventi in favore delle esigenze di sollievo delle famiglie che hanno nel proprio nucleo una persona con difficoltà di salute mentale, ma con capacità di autonomia personale e di mobilità nel territorio.
Come risposta ai bisogni, viene prevista una serie di servizi da attivare in relazione alle effettive necessità.

Centro di ascolto

Ha la funzione di stabilire un primo contatto con i richiedenti, per comprendere le loro necessità e proporre le risposte possibili attraverso i servizi presenti nel territorio o previsti nel progetto “Servizi di sollievo”.

Operatori nel territorio
Gli educatori hanno il compito di “portar fuori” la persona affetta da disturbi mentali, per metterla in relazione con le diverse opportunità del territorio e favorirne il recupero dell’autonomia attraverso un processo di socializzazione.

Gruppo di auto-aiuto
È formato dai familiari dei soggetti bisognosi di intervento, che, avvalendosi della presenza di uno psicologo, cercano di individuare tutte le risorse e le potenzialità del nucleo familiare per migliorare la relazione con la persona affetta da disturbi mentali.

L’obiettivo di dare opportunità di sollievo alle famiglie passa attraverso l’acquisizione di forme sempre più avanzate di recupero dell’autonomia; a tal proposito rivestono un ruolo importante:
- i centri di aggregazione, che offrono opportunità di incontro e di attività manuale;
- l’inserimento lavorativo con l’ausilio costante di un tutor;
- brevi soggiorni presso strutture residenziali del territorio, per permettere alle famiglie opportunità di vita sociale, altrimenti impossibili.

Sede: Mondolfo: via Garibaldi n. 15, presso l’ufficio dell’Assistente sociale.

Riferimenti normativi
- Legge 8/11/2000, n. 328
- Legge Regionale 7/05/2001, n. 11
- Deliberazione Giunta Regionale 11/12/2001, n. 2966