Occupazioni di suolo pubblico

Data:
12 Novembre 2018
Immagine non trovata

Le occupazioni di suolo pubblico, dello spazio ad esso sovrastante o sottostante sono soggette a specifica autorizzazione o concessione comunale.
Le procedure da seguire a decorrere dal 01.05.2018 sono le seguenti:

  • le persone giuridiche (ditte, associazioni, etc...) possono presentare domanda al SUAP mediante l'apposito portale;
  • tutti gli altri possono compilare l'apposito modello reperibile nella sezione documenti, in questo caso sarà l'ufficio segreteria a rilasciare la concessione se si tratta di occupazione permanente (ovvero di durata uguale o superiore a 1 anno), oppure l'ufficio polizia municipale a rilasciare l'autorizzazione se si tratta di occupazione temporanea (ovvero di durata inferiore a 1 anno).

Ai sensi dell'art. 8 del Regolamento T.O.S.A.P., la concessione viene sempre accordata:

  • a termine;
  • senza pregiudizio dei diritti di terzi;
  • con l'obbligo del concessionario di riparare tutti i danni derivanti dalle opere o dai depositi permessi;
  • con facoltà da parte dell'Amministrazione Comunale di imporre nuove condizioni.

Resta a carico del concessionario ogni responsabilità per qualsiasi danno o molestia che possono essere arrecati e contestati da terzi per effetto della concessione.
Al termine della concessione, qualora la stessa non venga rinnovata, il concessionario avrà l'obbligo di eseguire a sue cure e spese tutti i lavori occorrenti per la rimozione delle opere installate e per ripristinare il suolo pubblico.
Le concessioni o autorizzazione ad occupare il suolo pubblico sono soggette al pagamento della T.O.S.A.P., secondo le norme di legge e del Regolamento Comunale approvato con D.C.C. n. 35 del 29.04.1994 e ss.mm.ii., da effettuarsi mediante apposito bollettino predisposto dalla ditta concessionaria della riscossione Andreani Tributi s.r.l..
Il mancato pagamento della tassa per l'occupazione già in essere costituisce motivo di diniego al rinnovo.
Per le occupazioni permanenti la tassa è annua, mentre per le occupazioni temporanee la tassa si applica in relazione alle ore di occupazione, oppure in base a tariffe giornaliere.