Biblioteca comunale “Bernardino Genga”

Data:
12 Aprile 2017
Immagine non trovata
Biblioteca comunale 

La prima struttura è nata dal recupero di un fabbricato del centro storico, ex caserma dei carabinieri tra gli anni 1979-1983, dotandosi da principio solo di due sale di lettura, dovendo condividere gli spazi con il Consultorio. Dal 1983, l'intero stabile è stato destinato alla cultura, realizzando un archivio corrente, l'archivio storico e la biblioteca poi inaugurata nel 1999. 

 La biblioteca è dotata di due sale lettura al primo piano, al piano terra è presente una sala conferenze e una saletta con la collezione per bambini e ragazzi.
Il patrimonio bibliografico è a scaffale aperto, e si trova collocato lungo le pareti delle sale lettura che contano circa 25-30 posti di lettura. Nella prima sala, recentemente è stata realizzata anche una postazione multimediale.
 
Patrimonio 
- Volumi:  circa 12.000 con narrativa adulti e ragazzi, un'ampia sezione divulgativa e una sezione locale.
- Sezione multimediale: circa 500  Cd musicali (donazione eredi Ermes Giuliani) 
- Archivio: per lo più volumi che riguardano la storia politico-amministrativa del Comune quali Sindacarie e Atti dei Consigli (che abbracciano un arco temporale che va dalla fine del '500 alla metà dell'800); di rilievo gli Statuti Comunali fatti redigere da Eleonora Gonzaga della Rovere nel 1540. In molti volumi seicenteschi delle sindacarie, si ritrovano numerose pergamene anche miniate reimpiegate nelle copertine e alcuni testi in ebraico. Nell'archivio storico è confluita nel corso del XIX secolo anche una parte della biblioteca dei Padri Agostiniani del Convento di Santa Maria del Soccorso di Mondolfo, che riguarda principalmente testi teologici o sacri dal secolo XVI al secolo XVIII. 
- Fototeca:  serie di fotografie realizzate alla fine degli anni  Settanta, che riproducono vecchie foto del territorio comunale conservate presso privati e  una raccolta di manifesti di tipo locale che riguardano le iniziative culturali del territorio. 
- Emeroteca: tutte le pubblicazioni relative al territorio.

Donazioni alla biblioteca
La Biblioteca Comunale "Bernardino Genga" ha tra le forme di incremento 
delle raccolte anche le donazioni e i lasciti testamentari di libri da parte di privati cittadini o di enti. 
La Biblioteca dunque accetta volentieri il dono di materiale che possa 
entrare utilmente a far parte del proprio patrimonio ed effettua una 
selezione dei doni proposti secondo i seguenti criteri:
 - coerenza con le collezioni della biblioteca (non vengono accolti libri scolastici, enciclopedie, testi medici, etc.)
 - adeguato stato di conservazione (non si accettano opere incomplete o in cattivo stato fisico)
 - interesse bibliografico, archivistico, antiquario del materiale oggetto di 
dono
 - disponibilità nella biblioteca di spazi e risorse adeguate alla gestione e 
valorizzazione dei documenti.
Doni non accettati, a discrezione della biblioteca, possono venir messi a 
disposizione del pubblico negli appositi espositori o essere destinati ad altre 
biblioteche, istituzioni ed enti. Nel caso in cui la quantità di materiale che si 
intenda donare sia ragguardevole, il personale della biblioteca è disponibile 
anche a effettuare un sopralluogo previo appuntamento. In caso di 
accettazione, il donatore viene contattato per le modalità di consegna o di 
ritiro del materiale. In caso di omaggio bibliografico non pertinente le 
raccolte gestite e conservate dal Servizio bibliotecario, recapitato tramite 
posta o corriere o senza previa presentazione dell'offerta, la biblioteca 
ricevente si riserva la possibilità di gestire il dono libera da vincoli nei 
riguardi del donatore. 

SERVIZIO DI ISCRIZIONE
L'iscrizione è gratuita e si effettua all'ufficio al piano terra. 
 
SERVIZIO DI REFERENCE (ORIENTAMENTO PER INFORMAZIONE E 
CONSULENZA BIBLIOGRAFICA)
Per la ricerca dei documenti bibliografici della biblioteca è disponibile il 
catalogo elettronico, che si può interrogare all'interno dell'OPAC (on line 
public access catalogue) della provincia di Pesaro. 
 
SERVIZIO DI PRESTITO  
Il patrimonio disposto a scaffalatura aperta è a disposizione dell'utenza. 
L'ammissione al prestito è gratuita e possono essere presi in prestito non più 
di tre libri per la durata di 30 giorni, prorogabile su richiesta. Il numero sale 
a cinque per la sezione ragazzi. 
 
SERVIZIO DI RICHIESTE DI ACQUISTO  
I lettori possono suggerire l'acquisto di opere di loro interesse. La biblioteca 
accoglie le richieste che sono in linea con le caratteristiche del proprio 
patrimonio. 
 

 Mondolfo
Telefono: 0721959677
Email: biblioteca@comune.mondolfo.pu.it
 
comune

Mondolfo

telefono

0721959677

Ultimo aggiornamento

Lunedi 28 Dicembre 2020